ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Effetti inibitori di Bortezomib sulla aggregazione piastrinica nei pazienti con mieloma multiplo


La terapia del mieloma multiplo influenza i processi protrombotici e anticoagulanti. I pazienti trattati con Talidomide ( Thalidomid ), specialmente in combinazione con gli steroidi, sono ad aumentato rischio di tromboembolismo venoso ( VTE ), mentre l'incidenza di tromboembolismo venoso con Bortezomib ( Velcade ) è bassa.
Studi in vitro hanno indicato che Bortezomib provoca una riduzione dell'aggregazione piastrinica indotta da ADP ( adenosina difosfato ).

È stata analizzata l'influenza di Bortezomib sulla aggregazione piastrinica indotta da vari agonisti in pazienti con mieloma multiplo.

In totale sono stati esaminati 30 pazienti ( 57.5 anni di età media ) con mieloma multiplo recidivo / refrattario trattati con regimi a base di Bortezomib.

L’aggregometria piastrinica ottica è stata eseguita con gli agonisti ( collagene, ADP e Ristocetina ), ed è stata misurata in 2 cicli di 21 giorni.

Sono stati analizzati i risultati di due gruppi: pazienti trattati con Bortezomib e Talidomide ( gruppo BT, n=11 ) e pazienti trattati senza Talidomide ( gruppo B, n=19 ).

Durante il secondo ciclo, è significativamente diminuita l’aggregazione piastrinica osservata nel gruppo B: 5 microM di ADP ( P= 0.0285, giorno 1 vs giorno 8 ); 3.5 microM ADP ( P=0.0005, giorno 1 vs giorno 8 e giorno 1 vs giorno 11 ), collagene ( P=0.0014, giorno 4 vs giorno 8, giorno 4 vs giorno 11 ), 1.25 mg/ml di Ristocetina ( P=0.0017, giorno 1 vs giorno 8 e giorno 1 vs giorno 11 ).

L'aggregazione piastrinica indotta da agonisti tendeva a ridursi nel tempo durante il primo ciclo nel gruppo B.
Nel gruppo Talidomide, è stata trovata solo una significativa inibizione dell’aggregazione piastrinica da parte del collagene.

È stata osservata in tutti i pazienti una transitoria riduzione della conta piastrinica, ma in maniera più evidente nel gruppo B.

In conclusione, gli effetti inibitori della esposizione prolungata di Bortezomib sulla aggregazione piastrinica sono stati dimostrati in pazienti con mieloma multiplo recidivante / refrattario, ma l'attività antitrombotica di Bortezomib deve essere chiarita in ulteriori studi prospettici. ( Xagena2014 )

Rupa-Matysek J et al, Thromb Res 2014; Epub ahead of print

Emo2014 Farma2014


Indietro