2017 ASH Meeting on Hematologic
Madrid 22nd congress
isth 2017
OncoGinecologia.net

Effetto graft-versus-mieloma: la malattia del trapianto contro ospite cronica ma non acuta prolunga la sopravvivenza nei pazienti con mieloma multiplo che ricevono trapianto allogenico


È stato condotto uno studio di pazienti con mieloma multiplo sottoposti a trapianto allogenico per valutare i parametri di esito.

Un totale di 57 pazienti affetti da mieloma multiplo hanno ricevuto un trapianto allogenico nel periodo 2004-2011 presso un singolo Centro.
Sono stati inclusi i pazienti che avevano ricevuto almeno 1 precedente trapianto autologo.

Ventisei pazienti sono stati sottoposti a trapianto allogenico di consolidamento dopo una risposta al loro primo trapianto autologo, e 30 pazienti hanno ricevuto un trapianto allogenico come terapia di salvataggio.

La fonte del donatore è stata equamente distribuita tra pazienti imparentati e non-imparentati.

Il follow-up medio è stato di 52 mesi.

Un totale di 32 pazienti ( 57.1% ) hanno raggiunto una remissione completa ( CR ).
A 5 anni, il 49.2% di tutti i pazienti era in remissione completa.

Sedici pazienti hanno ricevuto infusioni di linfociti del donatore o interruzione della soppressione immunitaria per progressione della malattia, con un tasso di risposta del 62.5%.

La sopravvivenza globale a 5 anni per tutti i pazienti è stata del 59%.
La sopravvivenza globale a 5 anni per i 30 pazienti nel gruppo di consolidamento è stata pari all’82% rispetto a 38% per i pazienti nel gruppo di salvataggio.

All'analisi multivariata, 3 fattori sono rimasti significativamente associati con la sopravvivenza globale.
Questi comprendevano: appartenenza al gruppo di salvataggio ( hazard ratio, HR=4.05, P=0.0196 ), la malattia del trapianto contro l'ospite acuta ( aGvHD ) ( HR=2.99, P=0.034 ) e la malattia del trapianto contro l'ospite cronica ( cGVHD ), che era altamente protettiva, con una sopravvivenza globale a 5 anni del 78.8% per i pazienti con malattia del trapianto contro l'ospite cronica contro il 42.6% per i pazienti senza malattia del trapianto contro l'ospite cronica ( HR=0.17, P=0.008 ).

I dati hanno mostrato che il trapianto allogenico per mieloma multiplo può portare a remissioni prolungate.
La malattia del trapianto contro l'ospite acuta è sfavorevole per la sopravvivenza globale e la sopravvivenza libera da progressione, mentre la malattia del trapianto contro l'ospite cronica è fortemente favorevole. ( Xagena2014 )

Donato ML et al, Biol Blood Marrow Transplant 2014; Epub ahead of print

Emo2014



Indietro