Janssen Oncology
ELN 2018
Roche
Ematobase.it

Esiti nei pazienti con mieloma multiplo recidivante o refrattario trattato con Everolimus in combinazione con Lenalidomide


Everolimus ( Afinitor ), un inibitore orale di mTOR ( bersaglio della rapamicina nei mammiferi ), è stato studiato nel mieloma multiplo, ma manca una significativa attività in monoterapia.

Sulla base di studi preclinici che hanno mostrato l'attività sinergica di inibitori di mTOR con Lenalidomide ( Revlimid ), è stata studiata la combinazione di Lenalidomide ed Everolimus nel mieloma multiplo recidivante o refrattario in una sperimentazione clinica di fase I.

Un totale di 26 pazienti erano valutabili per la tossicità.
Le tossicità dose-limitanti comprendevano neutropenia di grado 4 e trombocitopenia.

La dose massima tollerata di Lenalidomide è stata di 15 mg e di 5 mg per Everolimus per 21 giorni con un periodo di 7 giorni di riposo.

Gli eventi avversi di grado 3/4 hanno incluso trombocitopenia ( 35% ) e neutropenia ( 42% ).

Il tasso di risposta complessiva è stato del 65% ( 1 risposta completa, 4 risposte parziali, 10 risposte minime ).

La sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 5.5 mesi e la sopravvivenza globale media è stata di 29.5 mesi.

I dati dei biomarcatori hanno dimostrato una down-regulation di p70S6K fosforilata.

Il profilo di espressione genica ha suggerito l'attivazione di mTOR nei pazienti responder rispetto ai non-responder.

La combinazione di Lenalidomide ed Everolimus è stata ben tollerata con tossicità prevedibile e ha mostrato risposte in una popolazione pesantemente pretrattata.
Quando ci saranno conferme con numeri di pazienti più grandi, questa analisi potrà guidare la selezione dei pazienti per futuri studi clinici di inibizione di mTOR nel mieloma multiplo. ( Xagena2014 )

Yee AJ et al, Br J Haematol 2014; Epub ahead of print

Emo2014 Onco2014 Farma2014


Indietro