Passamonti Neoplasie ematologiche
Bringhen - Mieloma
Arcaini Ematologia
Passamonti Linfoma mantellare

Terapia di induzione: la combinazione Isatuximab-RVd aumenta la negatività della malattia minima residua nel mieloma multiplo


I pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi e idonei al trapianto che hanno ricevuto Isatuximab ( Sarclisa ) in combinazione con il trattamento standard come terapia di induzione hanno mostrato maggiore probabilità di ottenere negatività per la malattia minima residua ( MRD ), rispetto ai pazienti trattati con la sola terapia standard.

Nello studio GMMG-HD7, la metà dei pazienti che hanno ricevuto l'anticorpo monoclonale anti-CD38 in combinazione con il regime RVd ( Lenalidomide [ Revlimid ], Bortezomib [ Velcade ] e Desametasone ) ha raggiunto la negatività della malattia MRD dopo la terapia di induzione rispetto a circa un terzo dei pazienti che hanno ricevuto solo il regime RVd.

Lo studio GMMG-HD7 è il primo studio di fase III che ha valutato la negatività della malattia minima residua al termine dell'induzione nei pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi e idonei al trapianto.
Dai dati è emerso che il tasso di MRD-negatività raggiunto con la combinazione Isatuximab-RVd è il più alto descritto fino ad oggi in un ambiente randomizzato.

Lo studio GMMG-HD7, condotto nel periodo 2018-2020, ha incluso 662 pazienti provenienti da 67 Centri in Germania che sono stati randomizzati a ricevere tre cicli di 42 giorni di regime RVd da solo o in combinazione con Isatuximab.

L'endpoint primario dello studio era la negatività della malattia minima residua valutata dal flusso di nuova generazione dopo l'induzione, con endpoint secondari inclusi i tassi di risposta completa ( CR ) dopo l'induzione e la sicurezza.
Dei 662 pazienti, 660 sono stati inclusi nell'analisi intent-to-treat ( ITT ) e 658 erano eleggibili per l'induzione.
Il cut-off dei dati per l'analisi attuale è avvenuta nell'aprile 2021.

I tassi di negatività per malattia MRD dopo l'induzione sono stati del 35.6% per il solo regime RVd rispetto al 50.1% per la combinazione Isatuximab + RVd ( odds ratio, OR=1.83; IC 95%: 1.34-2.51, P inferiore a 0.001 ).

Nelle analisi multivariate ( compresi braccio di trattamento, performance status, insufficienza renale, età e sesso ), il trattamento con Isatuximab-RVd, rispetto al solo regime RVd, è rimasto l'unico predittore significativo di un aumento della negatività per malattia MRD dopo l'induzione ( OR=1.82; IC 95%: 1.33-2.49, P minore di 0.001 ).

Non è stata riscontrata alcuna differenza nei tassi di risposta completa dopo l'induzione tra i bracci RVd e Isatuximab-RVd ( 21.6% vs 24.2%, P=0.46 ).
Tuttavia, il tasso di risposta parziale molto buona o migliore è risultato significativamente più alto nel braccio Isatuximab-RVd ( 60.5% vs 77.3%, P minore di 0.001 ).
I tassi di malattia progressiva sono stati del 4.0% nel braccio RVd e dell'1.5% nella coorte Isatuximab-RVd.

Per quanto riguarda gli eventi avversi, l'aggiunta di Isatuximab non ha avuto alcun impatto sul profilo di sicurezza o sull'intensità della dose del regime RVd.
Almeno un evento avverso di grado 3 o maggiore all'induzione si è verificato nel 61.3% dei pazienti nella coorte RVd e nel 63.6% nel gruppo Isatuximab-RVd.
I tassi di eventi avversi gravi all'induzione erano simili tra regime RVd e Isatuximab-RVd ( 36.3% vs 34.8%, P=0.75 ), mentre 8 e 4 pazienti sono deceduti durante l'induzione rispettivamente nei gruppi RVd e Isatuximab-RVd.

Come previsto, i tassi di leucocitopenia e neutropenia erano più alti quando Isatuximab è stato aggiunto al regime RVd ( 26.4% vs 9.1% per il solo regime RVd ), ma questo non si è tradotto in un aumento dei tassi di infezione durante il trattamento di induzione.

Un minor numero di pazienti ha interrotto il trattamento con Isatuximab-RVd rispetto al solo regime RVd, mentre l'aggiunta dell'anticorpo monoclonale anti-CD38 non ha avuto alcun impatto sull'intensità della dose di RVd. ( Xagena2021 )

Fonte: American Society of Hematology ( ASH ) Annual Meeting, 2021

Emo2021 Onco2021 Farma2021


Indietro