Passamonti Neoplasie ematologiche
Bringhen - Mieloma
Arcaini Ematologia
Janssen Oncology

Valore prognostico della negatività per malattia minima residua nel mieloma: analisi combinata degli studi POLLUX, CASTOR, ALCYONE e MAIA


È stata esaminata la malattia minima residua ( MRD ) nel mieloma multiplo recidivante / refrattario ( RRMM ) e nel mieloma multiplo di nuova diagnosi ( NDMM ) non-idoneo al trapianto ( TIE ) utilizzando i dati di 4 studi di fase 3 ( POLLUX, CASTOR, ALCYONE e MAIA ).

In precedenza gli studi avevano dimostrato che le terapie a base di Daratumumab ( Darzalex ) erano in grado di migliorare i tassi di negatività per la malattia MRD e di ridurre il rischio di progressione di malattia o di morte di circa la metà rispetto agli standard di cura.

È stata condotta un'analisi aggregata su larga scala per verificare le associazioni tra i pazienti che hanno ottenuto una risposta completa o migliore ( CR o superiore ) con stato MRD-negativo e la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ).
La malattia MRD è stata valutata mediante sequenziamento di nuova generazione ( 10-5 soglia di sensibilità ).

I dati a livello di paziente sono stati riuniti da tutti e 4 gli studi sia per i pazienti con mieloma multiplo di nuova dignosi non-idonei al trapianto sia per i pazienti con mieloma multiplo recidivante / refrattario che avevano ricevuto in precedenza 2 o meno linee di terapia ( PL inferiore o uguale a 2 ).
La sopravvivenza senza progressione è stata valutata in base alla risposta e allo stato di malattia MRD.
Il follow-up mediano è stato di 54.8 mesi per POLLUX, 50.2 mesi per CASTOR, 40.1 mesi per ALCYONE e 36.4 mesi per MAIA.

I pazienti che hanno raggiunto uno stato maggiore o uguale a risposta completa e negatività per malattia MRD hanno presentato un miglioramento della sopravvivenza libera da progressione rispetto a quelli che non hanno raggiunto la risposta completa o sono risultati positivi alla malattia MRD ( hazard ratio, HR=0.20 pazienti con NDMM non-idonei al trapianto o con RRMM, P minore di 0.0001; NDMM e RRMM minore o uguale a 2 PL HR=0.20, P minore di 0.0001 ).

Questo beneficio si è verificato indipendentemente dalla terapia o dall'impostazione della malattia.
Un modello di rischio proporzionale di Cox variabile nel tempo ha confermato che la risposta completa maggiore o uguale con negatività per malattia MRD è risultata associata a una migliore sopravvivenza libera da progressione.
Il trattamento a base di Daratumumab è risultato associato a un numero maggiore di pazienti che hanno raggiunto uno stato maggiore o uguale a risposta completa e negatività per malattia MRD.

Questi risultati rappresentano la prima analisi su larga scala, con una metodologia robusta, a supporto dello stato maggiore o uguale a risposta completa con negatività per malattia minima residua come fattore prognostico per la sopravvivenza senza progressione nel mieloma multiplo recidivante / refrattario e nel mieloma multiplo di nuova diagnosi in pazienti non-idonei al trapianto. ( Xagena2022 )

Cavo M et al, Blood 2022; 139: 835-844

Emo2022 Onco2022 Farma2022


Indietro