Janssen Oncology
ELN 2018
Roche
Ematobase.it

Vorinostat in combinazione con Lenalidomide e Desametasone in pazienti con mieloma multiplo recidivo o refrattario


L'aggiunta di Vorinostat ( Zolinza ) a Lenalidomide ( Revlimid ) / Desametasone ( Decadron ) rappresenta una nuova terapia di combinazione nel mieloma multiplo, secondo studi di laboratorio che indicano una sinergia.

Uno studio di fase I, multicentrico, in aperto, non-randomizzato, di escalation della dose in pazienti con mieloma multiplo recidivato oppure recidivato e refrattario ha valutato dati clinici, di laboratorio, elettrocardiogramma ( ECG ) ed eventi avversi.

La dose massima tollerata non è stata raggiunta a causa della mancata realizzazione di due tossicità dose-limitanti per 6 pazienti testati a qualunque livello di dosaggio.

I pazienti hanno tollerato la dose massima testata ( livello 5 ) e questa è stata considerata la massima dose somministrata: 400 mg di Vorinostat nei giorni 1-7 e 15-21, 25 mg di Lenalidomide nei giorni 1-21 e 40 mg di Desametasone nei giorni 1, 8, 15 e 22, per un ciclo di 28 giorni.

Gli eventi avversi correlati al farmaco sono stati riportati nel 90% dei pazienti; gravi reazioni avverse sono state riportate nel 45% dei pazienti e il 22% di tutti i pazienti ha avuto esperienza di eventi avversi, probabilmente correlati al farmaco in studio da parte dei ricercatori.

Una risposta parziale confermata o migliore è stata segnalata per 14 pazienti su 30 ( 47% ) valutabili per l'efficacia, incluso il 31% dei pazienti precedentemente trattati con Lenalidomide.

Vorinostat in combinazione con Lenalidomide e Desametasone si è dimostrato tollerabile con adeguata terapia di supporto e con una attività potenzialmente incoraggiante. ( Xagena2014 )

Siegel DS et al, Blood Cancer Journal 2014;4:e182

Emo2014 Farma2014


Indietro